mercoledì 17 luglio 2013

Apertura conto corrente ai protestati

Stiamo ricevendo diverse email,in cui ci viene chiesto consiglio per aprire un conto corrente se si è avuto un protesto.
Ci stanno anche segnalando,persone che chiedono cifre folli per l'apertura del conto,si tratta generalmente di società finanziarie o mediatori.

Onestamente riteniamo che non serve a nulla pagare qualcuno per aprire un conto corrente.
Prendete la lista di tutte le banche della vostra città,recatevi presso tutte e vedrete che una banca vi farà aprire il conto corrente.
Specialmente le banche più piccole sono sempre alla ricerca di clienti.
Ci sono anche soluzioni innovative come la carta conto.
Non avete un conto corrente fisico presso la filiale,ma con una carta avete un codice IBAN e potete fare tutte le operazione online.
Oppure potete chiedere alla banca un conto corrente solo in attivo con una carta di debito ricaricabile.
Ci sono mille soluzioni,se davvero le cerchiamo.
Dovete recarvi presso la banca e parlare con il direttore ed essere molto sinceri.
Meglio dire subito la verità piuttosto che mentire e poi avere un secco rifiuto.
Abbiamo consigliato a molti lettori questa soluzione ed alla fine sono riusciti a trovare un istituto che aprisse il conto.
Specialmente se domiciliate le vostre utenze ed accreditate il vostro stipendio sarete visti molto bene dalle banche.
Provare per credere!

3 commenti:

  1. Vi sembra possibile una cosa del genere ? Un dipendente con la delega ad operare sull c/c dell'azienda, emette un assegno per pagare un fornitore di merce, dal c/c aziendale ( che alla data di traenza era capiente come fido ), MA DIMENTICA di apporre il timbro della società sulla firma. Nel frattempo la banca chiude il fido all'azienda, che di li a poco presenta istanza di fallimernto in proprio al Tribunale, e l'assegno torna impagato ( con tanto di raccomandata di preavviso al dipendente chegli intima di pagare il titolo !! ), e al dipendente VIENE ELEVATO protesto sul suo nominativo personale PERCHE' NON HA PAGATO UN DEBITO DELLA SOCIETA' per la quale lavorava !! Per un timbro dimenticato , ora è PROTESTATO !!

    RispondiElimina
  2. Luca Mazzi (Altdebiti)1 maggio 2014 13:20

    Le consiglio di rivolgersi immediatamente ad un legale oppure ad un'associazione consumatori per tutelarsi.Non è possibile farsi protestare per una cosa del genere,è pura follia!

    RispondiElimina
  3. Per "apertura conto corrente ai protestati", fidatevi di quel che è scritto qui sopra. Non vi serve un intermediario. On line trovate le banche disponibili. Basta chiedere un appuntamento. Piu' facile di quanto sembra!

    RispondiElimina